Piccolo o grande, moderno o classico, una cosa è certa: sapere come arredare un bagno è un vero e proprio must, considerato che questo ambiente è divenuto uno dei più importanti della casa. Non solo il bagno è il luogo in cui possiamo ritagliare del tempo da dedicare alla cura e all'igiene personale, ma è anche lo spazio del relax, in cui ricaricare le energie e in cui concederci un po' di riposo al termine di una giornata stressante.
Cerchiamo allora di capire in che modo poter arredare un bagno, ipotizzando tre diversi stili: un bagno moderno, un bagno classico e un bagno piccolo!

Come arredare un bagno moderno


Iniziamo ipotizzando come arredare un bagno moderno. Fermo restando che non esiste un’unica definizione di modernità applicata al bagno, possiamo ben azzardare con il proporre un arredamento con sanitari dalle linee minimali e semplici, che tanto sono andate di moda negli ultimi anni, e che ancora oggi possono costituire una scelta di qualità e raffinatezza contemporanea.

A proposito di minimalismo e di design moderno, i sanitari sospesi da terra sono tendenzialmente da preferire, mentre nella doccia si potrebbe puntare su un piatto a livello pavimento o ad altezza ridotta, con box in cristallo trasparente per aumentare la luminosità dell’ambiente e la sua sensazione di “leggerezza”.

Tra gli altri elementi che consigliamo di valutare con particolare attenzione ci sono poi i pavimenti: in un bagno moderno potrebbe ben trovare spazio un gres porcellanato effetto legno con tinte moderne, in alternativa un gres porcellanato effetto resina o cemento. Occhio infine agli scaldasalviette: funzionali sì, ma senza dimenticare lo stile!

Come arredare un bagno


Come arredare un bagno

Come arredare un bagno classico

Se invece si ha intenzione di arredare un bagno classico si può partire con la scelta del materiale, spaziando tra le soluzioni più tradizionali. La ceramica per il lavabo, il legno dei mobili, la rubinetteria old style in ottone, costituiscono un buon punto di partenza per poter arredare con un occhio vintage il proprio ambiente preferito.

Per quanto poi concerne i pavimenti, si può scegliere tra un bel gres porcellanato effetto legno con tinte classiche, o tra piastrelle in tonalità neutre. Per le pareti, bene puntare su tonalità calde, come il giallo e l’arancione, in versione poco satura. Le piastrelle effetto cementine e le esagone in gres porcellanato, ad esempio, rappresentano valide alternative al filone classico, oltre che le tradizionali piastrelle diamantate.

Un bel mobile a terra con piedini ed un’illuminazione delle mediante applique renderà il tutto ancora più classico e familiare!

Come arredare un bagno


Come arredare un bagno

Come arredare un bagno piccolo

Il bagno piccolo è un ambiente caratterizzato da pochi metri quadri. A volte cieco, a volte arricchito da una finestra molto piccola, una cosa è certa: dobbiamo ottenere il massimo da in uno spazio estremamente contenuto. Come procedere, allora?

La prima cosa che consigliamo di fare è puntare sulla funzionalità, sistemando bene gli elementi che caratterizzeranno questo ambiente e tenendo a mente che ci sono alcune misure minime con le quali bisognerà fare i conti: i sanitari che andremo ad inserire saranno ad esempio massimo di 48 o 50 cm di profondità, oltre allo spazio da riservare all'eventuale piatto doccia e mobiletto, preferibilmente sospeso perché occupa minor spazio. Bene anche tenere in considerazione uno spazio antistante sufficiente per garantire una corretta e agevola mobilità.

Una volta fatti i conti con le dimensioni minime da rispettare, si può applicare qualche “trucco” per far sembrare più grande e ordinato il proprio bagno. Via libera ad esempio all'installazione di ampi specchi per dare maggiore profondità, o ancora allo sfruttamento della luce naturale o di una luce artificiale mediante faretti led e luci specifiche su doccia e lavabo.